STYLES – GENRES – DISGUISES: Bari International Gender film festival

Il prossimo 25 settembre alle ore 15.00 prende il via la conferenza dedicata al tema Gender in occasione del Bari International Film Festival,rassegna che esamina, ricerca, studia,capolavori della storia del cinema in rapporto a genere, identità e orientamento sessuale. Location di questo evento lo storico Palazzo delle Poste di Bari in Piazza Cesare Battisti, 1. Il palazzo è sede dell’Università degli Studi ed è un meraviglioso esempio dell’architettura razionalista fascista, Luciano Lapadula – storico della moda e scrittore – analizzerà il tema “Stili – Generi – Travestimenti“. Lo studio dei segni legati alla moda, al trucco, alle acconciature che a partire dal 1968 hanno diviso e mescolato generi e simbologia sessuale, da Twiggy a Bowie, da Coccinelle ad Amanda Lear. L’intervento di Luciano Lapadula è tratto dal suo libro “Il Macabro e il Grottesco nella Moda e nel Costume“, acquistabile al link: https://www.progedit.com/libro-589.html

 

Salone centrale centro studenti_1palazzo poste luciano lapasula storia moda bari

Ex Palazzo delle Poste di bari – veduta interna

On September 25th at 3.00 pm, the Gender conference will start afor Bari International Film Festival, a review that examines, researches, studies, masterpieces of the history of cinema in relation to gender, identity and sexual orientation. Inside the historic Palazzo delle Poste in Bari (Cesare Battisti Sq, 1), a marvelous example of the fascist rationalist art, Luciano Lapadula – fashion historian and writer – will analyze the theme “Styles – Genres – Disguises”. The study of signs related to fashion, makeup, hairstyles that since 1968 has divided and mixed genres and sexual symbology, from Twiggy to Bowie, from Coccinelle to Amanda Lear. Luciano Lapadula’s speech is based on his book “The Macabre and the Grotesque in Fashion and Costume“, available at the following link: https://www.progedit.com/libro-589.html

luciano lapadula big festival bari conferenza storia moda gay

william dafoe

Willem Dafoe all’inaugurazione del Festival

Follow Me on Instagram:
https://www.instagram.com/iamlucianolapadula/

Follow Me on Facebook:
https://www.facebook.com/lucianolapadulaofficial/

Follow Me on Youtube:
https://www.youtube.com/channel/UCXPI69uNrqeejgYR1fH9ASw

 

Acquista il mio libro. Clicca sull’immagine per info.
Shop my Book “The Macabre and the Grotesque in Fashion and Costume“.

Click on the pic for info.

Shop my Book “The Macabre and the Grotesque in Fashion and Costume”
https://www.progedit.com/libro-589.html

Annunci

Hairstyles Revival in time

revival hairstyle hisory fashion storia della moda fashion magazine fashion historian expert hairdresses victorian hair

Le acconciature al pari degli indumenti seguono delle tendenze ben precise spesso in linea con un mood che riporta in auge fogge del passato. Ecco alcuni hairstyle che ho studiato e che sono frutto di rielaborazioni di mode più vecchie.

Hairstyles like garments follow trends often in line with a mood that makes comeback styles of the past. Here are some hairstyles that I have studied that are the result of reworkings of older fashions. Follow me for more.

© COPYRIGHT: Luciano Lapadula

Divieto di copia e riproduzione.

Contattare l’autore per info e disponibilità

Do Not Copy. Contact the writer for info

1855 1955 50s hairstyle hisory fashion storia della moda fashion magazine fashion historian expert hairdresses victorian hair

Haistyle: 1855 vs 1955

1920s hairstyle hisory fashion storia della moda fashion magazine fashion historian expert hairdresses 20s cher louise brooks hair

Louise Brooks in 20s – Cher in 1972 by Richard Avedon

1940s hairstyle hisory fashion storia della moda fashion magazine fashion historian expert hairdresses 40s pinup

Tricia Helfer for Yves Saint Laurent in 1996 vs Betty Grable in 40s

1970s hairstyle hisory fashion storia della moda fashion magazine fashion historian expert hairdresses 70s gothic rolled hair raquel zimmermann guido palau copy elle pageboy

Pageboy from 70s to now with Alice Kastrup. Ph credit Filippo Del Vita for Creem Magazine

1970s hairstyle hisory fashion storia della moda fashion magazine fashion historian expert hairdresses 70s gothic rolled hair raquel zimmermann guido palau copy

Rolled Hair in 70s and Guido Palau from “Hair” 2014

katy perry hedy lamarr hairstyle hisory fashion storia della moda fashion magazine fashion historian expert hairdresses makeup hair waves 40s 2018 2019 2017

1940s waves and make-up from Hedy Lamarr to contemporary Katy Perry

eve salvail 1994 dior 2018 hairstyle men gay sex sexuality androginy 90s

Supermodel Eve Salvail in glorious 1994 vs Dior men 2018

The #bighair of #PriscillaPresley in 1968 are now on #Valentino runway

The #bighair of #PriscillaPresley in 1968 are in 2018 on #Valentino runway

Follow Me on Instagram:
https://www.instagram.com/iamlucianolapadula/

Follow Me on Facebook:
https://www.facebook.com/lucianolapadulaofficial/

Follow Me on Youtube:
https://www.youtube.com/channel/UCXPI69uNrqeejgYR1fH9ASw

 

Acquista il mio libro. Clicca sull’immagine per info.
Shop my Book

The Macabre and the Grotesque in Fashion and Costume History“.

Click on the pic for info.

Divas of Fascist Cinema

Alida Valli Ghergo Luciano Lapadula blog moda storia attrici fascismo moda fashion history photography history blogger libro

Il volto scolpito nel marmo, uno sguardo insieme sensuale e spietato che allude all’erotismo più feroce di quei giorni bui. Le labbra violacee evidenziano un sorriso amaro, sprezzante, fiero del proprio sublime incanto. Sono le dive del cinema fascista, in un’Italia umiliata dalla guerra regnano sulle superfici dell’illusione per regalare un sogno a chi di illusione perisce.

The face sculpted in marble, a sensual and ruthless glance that alludes to the most ferocious eroticism of those dark days. The violet lips show a bitter, contemptuous smile, proud of its own sublime charm. They are the divas of Fascist cinema, in an Italy humiliated by war thay all reigns on the surfaces of illusion to give a dream to those who are diyng by illusion.

© COPYRIGHT: Luciano Lapadula

Divieto di copia e riproduzione.

Contattare l’autore per info e disponibilità

Do Not Copy. Contact the writer for info

alida valli fascismo cinema Luciano Lapadula blog moda storia attrici nazi beauty creepy moda fashion history photography

Alida Valli – From a Fresh Look to a Dark Lady – Venturini

Alida Valli Ghergo Luciano Lapadula blog moda storia attrici fascismo moda fashion history photography

Alida Valli. Ghergo

luisa ferida

Luisa Ferida

Leda Gloria

Seductive Leda Gloria – Ghergo

leda gloria venturini duce coppa mussolini fascismo cinema Luciano Lapadula blog moda storia attrici nazi beauty creepy moda fashion history photography

Leda Gloria – Venturini

elisa cegani Luciano Lapadula blog moda storia attrici fascismo moda fashion history photography

Elisa Cegani – Ph unknown

Elisa Cegani magazine italia duce Luciano Lapadula blog moda storia attrici fascismo moda fashion history photography

Elisa Cegani from in “LA CORONA DI FERRO” di Alessandro Blasetti, 1941. Winner of Coppa Mussolini award

clara calamai profondo rosso nazismo nazi diva gothic fascismo cinema Luciano Lapadula blog moda storia attrici nazi beauty creepy moda fashion history photography

Clara Calami: the first italian “Dark Lady” actress

clara calamai profondo rosso nazismo nazi diva gothic fascismo cinema Luciano Lapadula blog moda storia attrici nazi beauty creepy moda fashion history photography weird blogger

Clara Calamai. I think she worn Ferragamo platform shoes. Could be now

Elsa De Giorgi fascismo cinema Luciano Lapadula blog moda storia attrici nazi beauty creepy moda fashion history photography

Elsa De Giorgi – Peek-a-Boo hairstyle. Ph Venturini

italian beauty elsa de giorgi blonde actress fascism cinema star italian luciano lapadula blog blogger

A perfect face. Elsa De Giorgi

Doris Duranti hitler nazismo nazi diva gothic fascismo cinema Luciano Lapadula blog moda storia attrici nazi beauty creepy moda fashion history photography

Amazing Beauty: Doris Duranti, the most loved by dictators

doris duranti elio luxardo nazismo nazi diva gothic fascismo cinema Luciano Lapadula blog moda storia attrici nazi beauty creepy moda fashion history photography blogger hairstyle makeup

Doris Duranti, the fascist actress, by Elio Luxardo

isa miranda marlene dietrich nazismo nazi diva gothic fascismo cinema Luciano Lapadula blog moda storia attrici nazi beauty creepy moda fashion history photography

Isa Mirande: the platinum italian Dietrich

isa miranda marlene dietrich nazismo nazi diva gothic fascismo cinema Luciano Lapadula blog moda storia attrici nazi beauty creepy moda fashion history photography blogger hairstyle make

Isa Miranda, who arrived in Hollywood, was greeted with clamor by the public and by Paramount

Discover more from my Blog:
http://www.lucianolapadula.wordpress.com

Follow Me on Instagram:
https://www.instagram.com/iamlucianolapadula/

Follow Me on Facebook:
https://www.facebook.com/lucianolapadulaofficial/

Follow Me on Youtube:
https://www.youtube.com/channel/UCXPI69uNrqeejgYR1fH9ASw

 

Acquista il mio libro. Clicca sull’immagine per info.

Shop my Book

“The Macabre and the Grotesque in Fashion and Costume”.

Click on the pic for info.

SCHIAPARELLI Life

Debutta tra 9 giorni ad Asti lo spettacolo teatrale “SCHIAPARELLI Life”, dedicato all’immensa artista, icona indiscussa nel campo della moda e delle arti visive.

Ho lavorato al progetto come supervisore storico,  e naturalmente ai costumi, insieme al fashion designer Vito Antonio Lerario.

Nunzia Antonino interpreta il ruolo di attrice protagonista, vestendo i panni di Elsa.  E’ accopagnata sul palco dall’attore Marco Grossi. I due artisti vestiranno rari abiti d’epoca
provenienti dal mio archivio Fashion Archives “Lerario Lapadula”.
I costumi e gli accessori, nei loro volumi e nelle cromie, sono stati pensati ad hoc per la pièce, armonizzati con le scenografie di Maurizio Agostinetto, e con le animazioni di Bea Mazzone. Oltre agli abiti storici, vivono sul palco le Vito Antonio Lerario.

La regia è di Carlo Bruni,  direttore artistico del teatro Garibaldi di Biscelgie (Ba), la scrittura è di Bruni ed Eleonora Mazzoni.

28 Giugno 2018 h 22. Asti Teatro “Chiesa del Gusù”.

The “SCHIAPARELLI Life” theatrical show, dedicated to the immense artist, undisputed icon in the field of fashion and visual arts, made its debut in 9 days in Asti.

I worked on the project as a historical supervisor, and naturally with costumes, together with Vito Antonio Lerario fashion designer. Nunzia Antonino plays the role of leading actress, taking on the role of Elsa.

She is flocked to the stage by the actor Marco Grossi.

The two artists will wear rare period dresses  from my archive Fashion Archives “Lerario Lapadula”. The costumes and accessories, in their volumes and colors, were designed specifically for the pièce, harmonized with the sets of Maurizio Agostinetto, and with the animations of Bea Mazzone.

In addition to the historical clothes, Vito Antonio Lerario haute couture creations lives on stage.

The direction is by Carlo Bruni, artistic director of the Garibaldi theater in Biscelgie (Ba), the writing is by Bruni and Eleonora Mazzoni.

28 June 2018 h 22. Asti Teatro “Chiesa del Gusù “.

 

schiaparelli film teatro luciano lapadula vito antonio lerario fashion nunzia antonino asti carlo bruni spettacolo cinema costumi dress

 
Follow Me on Instagram:
https://www.instagram.com/iamlucianolapadula/

Follow Me on Facebook:
https://www.facebook.com/lucianolapadulaofficial/

Follow Me on Youtube:
https://www.youtube.com/channel/UCXPI69uNrqeejgYR1fH9ASw

Acquista il mio libro per approfondimenti ance su Elsa Schiaparelli. Clicca sull’immagine per info.
Shop my Book “The Macabre and the Grotesque in Fashion and Costume”. Click on the pic for info.

Artestetica: workshop in beauty care and cosmetics

makeup corso estetica artestetica francesca dell'oro luciano lapadula trucco moda estesia bari storia fashion make up

E’ fissato per il prossimo 29 aprile l’incontro dell’anno con la bellezza, il make-up, l’estetica. Il nome, Artestetica, racconta del legame che da sempre unisce l’aspetto e la sua cura a una forma di arte. Così prende il via il mio corso di formazione sul mondo della cosmetologia e del beauty care. La creatrice olfattiva Francesca Dell’Oro illustrerà l’importanza e il ruolo del profumo nel make-up e nei prodotti per il corpo.

Si delineeranno le funzioni sinestetiche delle differenti fragranze, attività volte a fornire competenze circa l’utilizzo e l’applicazione dei prodotti cosmetologici.

La presenza delle rare essenze che annuseremo insieme ci guiderà in un percorso olfattivo che illustrerà tecnicamente le loro proprietà, per giungere alla dimostrazione pratica relativa alla creazione di oli per la cura del sé.

Affianca Francesca Dell’Oro lo storico del costume Luciano Lapadula, che descriverà cinque casi di aziende che operano con successo nel settore cosmetologico, fornendo ai corsisti le competenze circa la presentazione vincente della propria identità commerciale sul mercato.

Il corso si svolgerà il giorno 29 aprile 2018 dalle ore 10 alle ore 18, il numero dei corsisti è chiuso e saranno accettate adesioni sino a esaurimento posti. E’ prevista una quota di partecipazione e il rilascio di un attestato di frequentazione.

Location dell’evento l’avanguardistico e prestigioso salone di bellezza “Estesia” a Bari, in viale Della Repubblica 113 – 177, luogo che si presenta in maniera esemplare al tema oggetto del corso.

Break offerto ai corsisti ore 13 – 13.30.

 

The meeting of the year with beauty, make-up and aesthetics is scheduled for April 29th. The name, Artestetica, tells of the bond that has always united the appearance and its care to a form of art. This is how my training course on the world of cosmetology and beauty care begins. Francesca Dell’Oro‘s olfactory creator will illustrate the importance and role of perfume in make-up and body products. The synaesthetic functions of the different fragrances will be outlined, activities aimed at providing expertise on the use and application of cosmetic products. The presence of the rare essences that we will sniff together will guide us in an olfactory path that will technically illustrate their properties, to arrive at the practical demonstration related to the creation of oils for the care of the self. Alongside Francesca Dell’Oro is the costume historian Luciano Lapadula, who will describe five cases of companies that operate successfully in the cosmetology sector, providing trainees with the skills for the successful presentation of their commercial identity on the market. The course will take place on April 29th, 2018 from 10 am to 6 pm, the number of students is closed and accessions will be accepted until places are sold out. A participation fee is required and a certificate of attendance is issued. Location of the event the avant-garde and prestigious beauty salon “Estesia” in Bari, viale Della Repubblica 113 – 177, place that is presented in an exemplary way to the subject of the course.Breack offered to the students at 13 – 13.30.

www.facebook.com/francescadelloroparfum
www.facebook.com/estesia.bari
www.facebook.com/lucianolapadulaofficial

 

29103348_1796483007320314_7630783030873993810_n

Me together with Francesca Dell’Oro

makeup corso estetica artestetica francesca dell'oro luciano lapadula trucco moda estesia bari storia fashion make up

Sanremo Story: i look più belli nella storia del festival

La storia del Festival di Sanremo è fatta di canzoni, ma anche di abiti e fascino legati a figure divenute iconiche anche grazie al proprio aspetto. Ecco un classifica che riguarda i look più eleganti e originali sfoggiati dagli artisti più popolari che hanno segnato la kermesse.

 

La Classifica: 

15. Donatella Rettore a Sanremo 1986 con“Amore Stella”. L’anticonformista e insofferente Donatella rifiutò di presentarsi in gara con quel pezzo, ma venne costretta a farlo dalla sua etichetta discografica. Adottò un look straordinario e fortemente ispirato agli outfit Glam di David Bowie (di parecchi anni prima). L’abito bianco ottico è sinuoso e ha un profondissimo spacco che lascia vedere la lunga gamba velata di nero. Dal punto vita si sviluppano due immense ali rigide realizzate in tessuto bianco e materiale plastico nero “sequin” di colore nero. A un giornalista RAI che le chiese chi avrebbe vinto il Festival rispose: “Bettino Craxi”.

Risultati immagini per amore stella sanremo

 

14. Loredana Bertè, edizione del 1986, il brano si chiama “Re”. Abito firmato Gianni Versace e realizzato in pvc nero con borchie sulle ampie spalline. Pancione in vista e seno puntuto.  La critica insorge, la casa discografica scioglie il contratto con l’artista, ma dopo 30 anni Lady Gaga riprenderà lo stesso look.

Risultati immagini per loredana bertè gianni versace

Risultati immagini

 

Immagine correlata

 

13. Nada, Festival 1969, la timida liceale di 15 anni canta un brano che passerà alla storia: “Ma che freddo fa”. Indossa un miniabito bianco con maniche svasate in pizzo macramè e grandi margherite. Lo stivale è aderente e bianco, l’acconciatura minimal con la riga al centro. Look Hippie Chic che si ispira allo stile giovane tanto alla moda a Parigi, a Londra e in America.

Risultati immagini per nada sanremo 1969

 

12. Angela Brambati e Marina Occhiena, voci femminili dei Ricchi e Poveri si esibiscono nel Sanremo del 1971 con il brano “Che Sarà”. Eleganti e raffinate, bellissima l’acconciatura della “brunetta”. Gli abiti stampati a fiori sono lunghi e morbidi, svasati dal punto vita e con le maniche a sbuffo strette al polso. Lo stile è ispirato a quello proposto da Chanel durante gli anni ’30, ripreso oggi – tra gli altri – da Valentino.

 

Josè Feliciano With Ricchi E Poveri At The Sanremo Music Festival : Foto di attualità

 

Immagine correlata

Risultati immagini per ricchi e poveri sanremo che sarà

 

11. Nina Zilli in Vivienne Westwood a Sanremo 2012. Abito in seta blu, modello sirena. Scollo ottenuto con un elegante ripiegamento del tessuto. L’acconciatura è ispirata ai primi anni ’60. Sensuale e chic.

Risultati immagini per nina zilli westwood sanremo

 

 

10. Mietta indossa un bellissimo abito firmato Cavalli a Sanremo 2000 per presentare il brano “Fare l’Amore”. I cambi furono e tre, tutti ispirati ai figli dei fiori. Lunghi capelli con extension. Superba.

Risultati immagini per mietta sanremo 2000

 

9. Gigliola Cinquetti canta “Mistero” a Sanremo 1973. In gara con Milva che giunge seconda, la bella Gigliola non rientra tra i finalisti, ma regala al pubblico un outfit straordinario. Acconciatura minimal con riga centrale e lunghi capelli corvini che creano contrasto con la pelle chiara del volto. Abito lungo, corpino a vita bassa interamente ricamato con canottiglie e paillettes disposte per creare motivi grandi e geometrici, gonna in voile effetto nude look. L’abito potrebbe sembrare un Balmain di oggi.

Risultati immagini per gigliola cinquetti sanremo 1973

IL VIDEO:

Mistero, Gigliola Cinquetti – Sanremo 1973

 

8. Giuni Russo rifiuta di essere ospite e si presenta in gara al Festival di Sanremo del 2003. Malata quasi terminale esibisce con fierezza il capo privo ormai della sua storica chioma con ciuffo cotonato, per l’occasione tatuato all’henné. Rigoroso ed elegantissimo il tailleur firmato da Gianfranco Ferré, dalla cui giacca sfiancata fuoriesce una camicia in organza color canna di fucile. Il brano straordinario è “Morirò d’Amore”. Ovviamente non vinse. Namasté no?

Risultati immagini per giuni russo morirò d'amore sanremo 2003

Risultati immagini per giuni russo sanremo 2003

Risultati immagini per giuni russo sanremo 2003

 

7. E’ sempre l’architetto della moda Gianfranco Ferré a vestire un’altra regina della musica, Ornella Vanoni, al Festival si Sanremo del 1989. Il brano, intenso, è “Io come farò”. L’abito è in seta rossa, lungo e sinuoso valorizza la fisicità di Ornella. Il bolero rosso è in plissé soleil.

Risultati immagini per ornella vanoni sanremo io come farò

Risultati immagini per ornella vanoni sanremo 1989

 

6. Antonella Ruggiero si esibisce insieme ai Matia Bazar durante il Festival del 1983 con “Vacanze Romane”. Il look della cantante ha il sapore del passato, del periodo della seconda guerra mondiale. I capelli sono acconciati a onde strette, l’ombretto è glacè. Al tailleur sagomato sono abbinati dei guantini a rete color cipria. Il brano, dal testo alla melodia, ben si presta alla qualità vocale di Antonella e naturalmente alla sua personalità, contribuendo a far rimanere l’artista impressa nell’immaginario iconografico sanremese.

Immagine correlata

Risultati immagini per antonella ruggiero sanremo 1983

 

5. Nilla Pizzi, sempre elegantissima. Durante l’edizione del 1956 la regina del Festival indossa un abito in stile New Look di colore bianco ricamato interamente con perline.

Risultati immagini per nilla pizzi sanremo

 

4. Mia Martini ritorna al Festival di Sanremo nel 1989 regalando uno tra i brani più struggenti e belli della storia della musica italiana, “Almeno tu nell’universo”. All’intensa interpretazione si abbina l’immagine raffinata di un’artista matura ed elegante. Veste abiti firmati da Armani, dal sapore un po’ retrò, accentuato dall’acconciatura raccolta a onde e da un trucco intenso. Ovviamente non viste, superata da “Esatto” di Francesco Salvi, da “Vasco” di Jovanotti (entrambi ben posizionati anche nella mia classifica dei look peggiori, vedi il post).

Risultati immagini per mia martini armani sanremo 1989

Risultati immagini per mia martini sanremo 1989

 

 

3. Anna Oxa è un’artista che ha sempre amato cambiare il proprio look, passato con facilità dall’immagine ispirata al Punk dei propri esordi, a un’estetica raffinata come quella proposta durante l’edizione del 1988. Giovanissima e magnetica si esibisce in “Quando nasce un amore”, brano romantico ed emozionante che valorizza le doti canore dell’artista barese. Per l’occasione indossa abiti in seta blu elettrico creati per lei da Paolo Negrato.

Risultati immagini

Immagine correlata

 

2. Milva, la “Pantera di Goro” è all’apice del proprio successo insieme a Mina, da cui si discosta per repertorio e colore nella voce, più profonda e tenebrosa. A Sanremo del 1973 si presenta con la straordinaria “Da troppo tempo” e per l’occasione indossa un abito sensuale e aderente fino al busto, interamente realizzato con paillettes nere. Il vestito amplifica l’immagine drammatica dell’artista,  esaltata anche dal make-up che ricorda le creazioni di Sarah Moon e le fotografie di Barry Lategan. Straordinaria e incompresa da un pubblico abituato a canzoni poco impegnate giunge comunque terza, e vince il titolo di “Lady Eleganza”:

Immagine correlata

Risultati immagini per milva sanremo 1973

Risultati immagini per milva sanremo da troppo tempo

 

1. Patty Pravo ha fatto dell’abito, del trucco, dell’hairtsyle, parte del proprio personaggio, segnando in modo indelebile la storia della musica e del costume in Italia. Camaleontica, sensuale, misteriosa, eterea e androgina, durate l’edizione del 1984 sceglie di indossare le creazioni di un giovane e non troppo famoso stilista: Gianni Versace. Il brano “Per Una Bambola” ben si presta alla sua performance, Patty appare sulla lunga scalinata laterale del palco come un’allucinazione, illuminata – in e da – un metallico kimono argento (e poi scuro). Straordinaria l’acconciatura orientale con lunghissima treccia sul retro del capo, bellissimo il trucco delicato. Il grande ventaglio viene utilizzato dall’artista durante la propria interpretazione, accentuando la compostezza dei suoi movimenti.

Nicoletta nella sua carriera ha sempre indossato abiti straordinari, anche durante le varie edizioni del Festival a cui ha preso parte, e questo grande archivio è stato oggetto di una mostra a Palazzo Pitti. In seguito molti dei suoi costumi, incluso il favoloso kimono argento, sono stati battuti all’asta – su richiesta dell’artista –  con il ricavato devoluto a Emergency. Dimenticavo, anche Patty non ha mai vinto Sanremo, e anche per questo: Chapeau!

Luciano Lapadula

Risultati immagini per patty pravo sanremo 1984

Risultati immagini per patty pravo sanremo 1984

Immagine correlata

Risultati immagini per patty pravo gianni versace

Risultati immagini per patty pravo gianni versace

 

Risultati immagini per patty pravo gianni versace