Moda Sotto le Bombe – Debutto dello Spettacolo Teatrale

Teatro che fa notizia. Teatro che è storia, moda, cultura. Moda Sotto le Bombe. Debutta il 7 Dicembre a Bari lo spettacolo teatrale che ho ideato e che prende il nome da un capitolo del mio libro “Il Macabro e il Grottesco nella Moda e nel Costume“. Lo spettacolo teatrale parte dell’evento si chiama “La Giornata di Teresa”, e proviene da molto lontano. Da bambino mio nonno Nicola, uomo eclettico, guerriero poeta, mi portò nel palazzo location per il mio evento, la “Casa del Mutilato” di Bari. Rimasi sedotto dall’architettura, dagli spazi immensi, monumentali, algidi e taglienti. E ora io debutto con Moda Sotto le Bombe proprio in quel Palazzo. Le date dell’evento – 7 e 21 Dicembre 2019 – sono Sold Out. L’attesa è tanta, la drammaturgia è stata scritta da me, Luciano Lapadula, dirigo anche lo spettacolo insieme alla regia del mio collega artista Vito Antonio Lerario.

Sponsorizzato dal Comune di Bari, dall’Università degli Studi di Bari e dall’Arma Nazionale dei Carabinieri, “Moda Sotto le Bombe” vede la collaborazione – in un processo sinestetico – di molteplici realtà territoriali che spaziano dalla recitazione al trucco, dalla fotografia alla musica. Teresa, il personaggio che ho ideato basandomi su storie vere accadute durante gli anni del secondo conflitto bellico in Italia, è interpretata dall’attrice Rosemary Nicassio. Il suo alter ego Anna è invece portato in vita dalla struggente Barbara De Palma.

Differenti performance di moda rievocheranno stili e abitudini delle donne vissute “sotto le bombe”. Rari e autentici indumenti d’epoca, datati 1939 – 1945, dall’archivio museale di Luciano Lapadula e Vito Antonio Lerario compariranno in scena illustrando il peculiare rapporto tra identità, miseria e abito durante la guerra.  La cura del trucco e dell’acconciatura per attrici e comparse è affidata ai professionisti di Nouvelle Esthétique Académie.  Nella grande sala risuoneranno le appassionate melodie eseguite dal Maestro Stefania Gianfrancesco da Il Circolo Beethoveen di Bari, introdotta dai versi recitati da Clara Patella dalla Libreria Nuova Macelleria di Altamura. Luci e Audio d’atmosfera a cura della Melody Service Group. Le riprese video e foto sono di Emilio Badolati.

La moda, la musica, l’arte superano le barriere di filo spinato e solcano quelle del tempo, giungono a noi attraverso questo spettacolo, e ci invitano a riflettere sul nostro presente ancora tormentato da guerre, con la speranza che quel che è stato non accada più, e per questo siamo qui a ricordare.

Due le date per lo spettacolo che parte da Bari, il 7 dicembre e il 21 dicembre. entrambe Sold Out.Comparse del giorno 7 dicembre: Mariella Soldo, Marina Ceglie, Ilenia Terrevoli, Silvia Fasano, Ilenia Pantaleo, Angelica Peragine, Lalla Conenna Lapadula, Genny Morelli, Nicoletta Pastore, Cristina Taranto, Edvige Colombo, Simona Polizzi, Valentina Del Conte.

Ore 20.00 Palazzo Anmig già Casa del Mutilato, Largo Fraccacreta Bari.

Info: modasottolebombe@yahoo.com

Si conclude la serata del 7 con la degustazione dei vini della Tenuta Viglione a cura di Enjoy Apulia. Si ringrazia Emilio Badolati per le fotografie e i video. Si ringrazia Vecchie Segherie Mastrototaro per l’omaggio ai presenti nella sera del 7 dicembre.

Moda Sotto le Bombe – La Giornata di Teresa – Drammaturgia di Luciano Lapaadula. Regia Luciano Lapadula e Vito Antonio Lerario. Costumi Lerario Lapadula. Con Rosemary Nicassio e Barbara De Palma.

CASA DEL MUTILATO di BARI – Location per lo spettacolo teatrale “Moda Sotto le Bombe – La Giornata di Teresa” di Luciano Lapadula e Vito Antonio Lerario. 7 e 21 Dicembre 2019

Ph Emilio Badolati backstage “Moda Sotto le Bombe”. Costumi autentici dal 1939 al 1945 dall’archivio Lerario Lapadula

Ph Emilio Badolati backstage “Moda Sotto le Bombe”. Costumi autentici dal 1939 al 1945 dall’archivio Lerario Lapadula
Ph Emilio Badolati backstage “Moda Sotto le Bombe”. Costumi autentici dal 1939 al 1945 dall’archivio Lerario Lapadula
Ph Emilio Badolati backstage “Moda Sotto le Bombe”. Costumi autentici dal 1939 al 1945 dall’archivio Lerario Lapadula
Ph Emilio Badolati backstage “Moda Sotto le Bombe”. Costumi autentici dal 1939 al 1945 dall’archivio Lerario Lapadula

© COPYRIGHT: Luciano Lapadula

Divieto di copia e riproduzione.

Contattare l’autore per info e disponibilità

Do Not Copy. Contact the writer for info

Discover more from my Blog: http://www.lucianolapadula.wordpress.com

Follow Me on Instagram: https://www.instagram.com/iamlucianolapadula/

Follow Me on Facebook: https://www.facebook.com/lucianolapadulaofficial/

Follow Me on Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCXPI69uNrqeejgYR1fH9ASw

SHOP MY BOOK – ACQUISTA IL MIO LIBRO

In & Out @ Teatro alla Scala – Madama Butterfly 2017

Evento imperdibile quello che ogni anno, il 7 dicembre, fa diventare Milano e il suo teatro più celebre un punto di riferimento nel mondo in quanto ad arte, moda, gossip.

Il direttore musicale Riccardo Chailly ha rimesso in scena la prima versione della Madama Butterfly risalente al 1904. Se in quell’anno l’opera venne fischiata, ieri sera ha ricevuto 13 minuti di applausi.

Fortunatamente gran parte della classe politica era assente all’evento mondano, così a farsi ammirare è stata una serie di celebrities che per la maggior parte ha sfoggiato look inadatti per la soirée. 

Tra le icone di stile la più elegante si è confermata Carla Fracci, straordinaria etoileHo avuto l’onore di lavorare con lei, e vi garantisco che è elegante anche nel modo in cui si relaziona con gli altri, un animo luminoso e gentile. 

L’etoile orgoglio dell’Italia nel mondo, la più raffinata ed elegante

Tenebroso ed elegantissimo più di chiunque altro il suo collega ballerino Roberto Bolle, che ha sfoggiato un completo total black firmato Dolce & Gabbana. 

Bolle, elegante e sobrio in un completo total black Dolce & Gabbana

Un po’ rinascimentali, ma chic le stiliste Raffaella e Gigliola Curiel. Molti, troppi, i look improponibili, ostentati da uomini e donne. Vediamone insieme alcuni. 

Orrendo il look radical chic dell’esperto del pettegolezzo Roberto Alessi. Camicia sbottonata,  cravatta non annodata e giubbino rosso per sforzarsi di apparire originale.

Carla Gozzi che si propone in tv come fashion coach, si presenta alla Prima con un wrap dress più adatto a un funerale. Sbagliate le calzature, inadeguate per la serata. Sbagliati i gioielli che non arricchiscono l’abitino.

I soldi non fanno una donna elegante. La scollatura vertiginosa esibita da Emma Marcegaglia  è volgare e inadatta per una signora con un look che si rispetti.

Scollature fuori luogo

Enzo Miccio avrà desiderato tanto poterci essere, e sarebbe stato meglio fosse rimasto a giocare con i vestiti. Giacca inguardabile e poco raffinata. Barba non rasata per ottenere un effetto selvaggio assolutamente trash per la circostanza, specie su di lui.

Notatemi, sono io. Avvolto in un cardinalizio mantello rosso. Ai confini della realtà.

Capello cotonato, abito vagamente goth, trucco sbagliato dall’effetto clown. Ingioiellata e opulenta. Too much.

Il Trucco Sbagliato di Marcella Bella

Gabriella Dompé esibisce con volgarità e fierezza la sua scollatura che non lascia spazio all’immaginazione. Avrà pensato di essere simile a Rita Hayworth. Non presta attenzione al make up che è male eseguito. 

Sabina Negri è la peggior vestita. Un nude look volgare, un’estetica trash, non ci sono parole.