SuperTop anni ’90 come Dive del Passato

Un fenomeno di particolare interesse è quello legato alla produzione di immagini fotografiche di qualità, realizzate soprattutto durante la prima metà degli anni ’90, che ritraggono iconiche modelle a loro volta “travestite” da mitiche star del cinema.

All’interno della galleria fotografica che vi presento ho selezionato per voi alcuni tra quei look che conservano un esplicito riferimento segnico allo stile appartenuto alle più grandi star nel panorama cinematografico internazionale.

Claudia come Brigitte nella pubblicità Guess

Claudia come Brigitte nella pubblicità Guess

Cindy Crawford, una Gilda degli anni ’90

Marilyn o Eva? La Herzigova fotografata nel 1992

Marilyn o Eva?
La Herzigova fotografata nel 1992

Karen Mulder plays Marlene Dietrich on the December January 1995 cover of Vogue Paris

Karen Mulder come Marlene su Vogue 1995

linda come sophia

Linda, la più bella del reame, ricorda Sophia

Christy Turlington by Steven Meisel

Breakfast at Tiffany’s con Christy Turlington by Meisel

Annunci

Metamorfosi Artistica dei Resti Organici

Quella che vedete è l’immagine che ritrae un tavolino e la mano elegante di una fanciulla.

Il lavoro è stato concepito da Efisio Marini (1835-1900) detto “il pietrificatore” per via della sua particolare innovativa tecnica di preparazione organica suppletiva della conservazione classica di cadaveri e parti anatomiche.

Il tavolo è ottenuto con uno speciale impasto tra i cui ingredienti vi sono sangue, polmoni, cervello. La mano è anch’essa un resto umano, pietrificato.

Ciò che stupisce è la ricerca del bello, la metamorfosi del repellente in raffinato elemento estetico pervaso da un cromatismo che interessa, che affascina.

L’imbalsamazione è da ritenersi una forma d’arte qualora come spesso accade da secoli, intervenga per fermare il naturale processo di decomposizione organica con le relative ingiurie inferte sul corpo.

E’ un processo che esprime una parte atavica dell’animo umano attraverso la quale si cerca di rendere eterno ciò che abbiamo amato, ciò che è meraviglioso per la sua natura estetica o per la rilevanza sociale.

efisio marini luciano lapadula