CHAPEAU from 1959 to 2019

CHAPEAU from 1959 to 2019

Il mio lavoro mi porta con frequenza a riscontrare similitudini, copie e brutte copie di abiti e accessori del passato, riproposte nel contemporaneo. Uso il termine “contemporaneo” invece di “moderno” perché ritengo più innovativi gli originali delle copie. Oggi vi mostro il copricapo in pizzo a falda larga sul viso, realizzato per Valentino fall winter 2019 – 2020 e indossato in passerella da Kaia Gerber. Lo stesso design, in tessuto trasparente, fu proposto nel 1959 da Nina Ricci. La modella nelle foto sotto indossa infatti un abito con copricapo chiamato “Jeasmine” e realizzato dal designer Jules-François Crahay (1917–1988), a Belgian-born French fashion artist who worked for the fashion house from 1952 to 1963 . Più sotto una creazione di per Adolfo Sardinia per Emme, sempre dal 1959.

My work frequently leads me to find similarities, copies and bad copies of clothes and accessories of the past re-proposed in the contemporary. I use the term “contemporary” instead of “modern” because I consider the originals of the copies to be more innovative. Today I show you the wide-brimmed lace headgear on the face, created for Valentino fall winter 2019 – 2020 and worn on the catwalk by Kaia Gerber. The same design, in semi-transparent fabric, was proposed in 1959 by Nina Ricci. In fact, the model in the picture below wears a dress together with an hat, called “Jeasmine” and made by the designer Jules-François Crahay (1917–1988), Belgian-born French fashion artist who worked for the fashion house from 1952 to 1963. Last pic: a creation of Adolfo Sardinia for Emme, 1959.

Kaia Gerber in Valentino fw 2019/2020
“Jeasmine” model by NINA RICCI
Adolfo Sardinia hat for Emme

© COPYRIGHT: Luciano Lapadula

Divieto di copia e riproduzione.

Contattare l’autore per info e disponibilità

Do Not Copy. Contact the writer for info

Discover more from my Blog:

www.lucianolapadula.wordpress.com

Follow Me on Instagram:

https://www.instagram.com/iamlucianolapadula/

Follow Me on Facebook:

https://www.facebook.com/lucianolapadulaofficial/

Follow Me on Youtube:

https://www.youtube.com/channel/UCXPI69uNrqeejgYR1fH9ASw

Acquista il mio libro. Clicca sull’immagine per info.

Shop my Book “The Macabre and the Grotesque in Fashion and Costume”. Click on the pic for info.

Annunci

HERMES 1947 vs LOEWE gloves!

Oggi mi è giunto il nuovo numero di #Vogue Italia, edizione Settembre 2016.

Dopo aver sfogliato appena 20 pagine mi ritrovo innanzi l’immagine pubblicitaria del brand LOEWE, all’interno della quale una modella presenta uno styling a mio avviso discutibile.

Mi balza immediatamente agli occhi il guanto nero che le fascia il braccio destro, e subito mi torna in mente una vecchia foto vista anni fa.

Il guanto realizzato da Hermès per la collezione autunno inverno del 1947.

Ritrovo l’immagine, ed ecco a voi il mio confronto.

 

Sono su #Instagram: #iamlucianolapadula

*********************************************

Incredible, but reading my italian Vogue from Sept I saw an ads from LOEWE luxury brand.

I immediately thought about the collection presented by Hermès during fw 1947, I found a photograph and here comes my personal comparison. Hope you like.

luciano-lapadula-fashion-historian-loewe-gloves-2016-2017-hermes-paris-40s-1947-copy-dress-museum-vogue-critic-instagram-wordpress-facebook-leraario-lapadula-blog-blogger-stylist-designer-art

© COPYRIGHT: Do Not Copy. Contact the writer for info

Divieto di copia e riproduzione. Contattare l’autore per info e disponibilità

 

Follow Me on Instagram:

https://www.instagram.com/iamlucianolapadula/

 

Follow Me on Facebook:

https://www.facebook.com/lucianolapadulaofficial/

 

“The Macabre and Grotesque in Fashion and Costume History”

SHOP: “The Macabre and Grotesque in Fashion and Costume History”

Il brutto della Pop Art a Milano ss 2016

Dalle ultime passerelle milanesi un breve percorso che congiunge alcune creazioni contemporanee al mood  della Pop Art, della Strada, della Moda del Passato.

Moschino fa sfilare le sue modelle all’interno di quello che sembra essere un autolavaggio. Abiti-spazzoloni e indossatrici che imitano male il passo indiavolato che fu di Pat Cleveland.

Moschino ss 2016

Moschino ss 2016

Modelle che ci fanno  – solo – immaginare di aver abbandonato l’esclusività di una passerella per infilarsi dentro abiti-divise normalmente indossati da chi si occupa della manutenzione stradale.

Moschino ss 2016

Moschino ss 2016

Sfilano per lui anche ragazze che indossano creazioni decorate con paillettes a motivi Pop, un po’ come quelli presentati da Gianni Versace nel 1990:

Moschino - ss 2016 Milan Fashion Week

Moschino – ss 2016 Milan Fashion Week

Gianni Versace 1990 Modella Linda Evangelista

Gianni Versace 1990
Modella Linda Evangelista

Già nel 2014 Christopher Kane  aveva presentato qualcosa di simile:

Christopher Kane Spring 2014 Ready-to-Wear

Christopher Kane ss 2014

Prima ancora ci avevano pensati altri, nel 2013 a riproporre questo mood fu la volta di Tom Ford:

Tom Ford fw 2013

Tom Ford fw 2013

Per il giorno e per la sera Jeremy Scott-Moschino rispolvera linee a metà tra i primissimi anni ’90 e gli anni ’50. Il riferimento a quest’ultima decade é lapalissiano rispetto allo stile Dior, da Chrtistian a Galliano, di pochi anni fa, ma non manca qualche richiamo a Charles James:

charles james 1950

C. Jamens 1950

Moschino ss 2016

Moschino ss 2016

Moschino ss 2016

Moschino ss 2016

Christian Dior curaçoa dress fw 1954

Christian Dior curaçoa dress fw 1954

dior by grau 1955

Una creazione Dior del 1955 attraverso l’illustrazione di Gruau

Sempre presenti – anche all’interno della collezione presentata da Jeremy Scott (vedi post) per l’ omonimo brand, le infinite e ormai ripetitive copie di Andy Warhol e Liechtenstein, con abiti dalle stampe pop art di cui si é preso il senso artistico:

A model walks the runway during the Moschino fashion show as part of Milan Fashion Week Spring/Summer 2016 on September 24, 2015 in Milan, Italy.

MOschino ss 2016

A model walks the runway during the Moschino fashion show as part of Milan Fashion Week Spring/Summer 2016 on September 24, 2015 in Milan, Italy.

Moschino ss 2016

Preda di questa facile produzione anche Au Jour le Jour che presenta abiti e accessori sponsor del detersivo Dash .

1965 vs 2016

1965 vs 2016

Non siamo più negli anni ’50 però.

Au Jour le Jour ss 2016

Au Jour le Jour ss 2016

Au Jour le Jour ss 2016

Au Jour le Jour ss 2016

Au Jour le Jour clp RS16 0003

Au Jour le Jour ss 2016

Queste le creazione artistiche in origine…:

Lisa Perry Dress limited edition capsule collection - Roy Lichtenstein SPRAY,1962

Lisa Perry Dress limited edition capsule collection – Roy Lichtenstein SPRAY,1962

Andy Warhol soup dress 1964

Andy Warhol soup dress 1964

Andy Warhol Brillo Box Dress 1964

Andy Warhol Brillo Box Dress 1964

Roy Lichtenstein Lee Rudd Simpson Dress, c.1965

Roy Lichtenstein Lee Rudd Simpson Dress, c.1965

Quando si “prende” tutto dai grandi: Jeremy scott ss 2016

Seguo la moda da un punto di vista assai particolare. Non mi lascio stupire dalle mediocri creazioni realizzate per generare stupore fine a se stesso. Lo studio delle mode del passato mi permette spesso di riscontrare – come è giusto che sia – “lieson” tra mode contemporanee con altre provenienti da polverose passerelle ormai quasi del tutto dimenticate.

In questo caso tuttavia non posso esimermi dal mostrarvi quanto per la collezione Jeremy Scott ss 2016 non si tratti più di ispirazione, ma di qualcosa che a mio avviso è più simile a una brutta, bruttissima copia di creazioni ideate dai mostri sacri della moda dagli anni ’60 al 2014.

Nella passerella ho visto Enrico Coveri con i suoi disegni pop a contrasto, le sue paillettes, i suoi rosa shocking vibranti molto Barbie.

enrico coveri e el sue paillettes

Enrico Coveri, colori e disegni

Enrico Coveri, colori e disegni

Ho rivisto copie per nulla esaltanti degli abitini a trapezio proposti da Courreges nella seconda metà dei 60s, oltre che spunti attinti dalla mitica Mary Quant con i suoi colori accesi provenienti dal mondo dei cartoon (anche la borsa con la margherita è presente all’interno della collezione J. S.)

Life Magazine 1965 Andre Courreges fashions, 60s, 60´s

Courreges nei ’60. Abito dalla linea a trapezio che fu ripresa anche da Gianni Versace nella metà degli anni ’90

mary quant flower bag

il “marchio” di Mary Quant

mary quant anni '60

colorate calze a pois Mary Quant – anni ’60

1960s Vintage Fashion - Paco Rabanne dress photographed by Guy Bourdin for Mademoiselle, 1966

Abito Paco Rabanne fotografato da Guy Bourdin for Mademoiselle, 1966

Ho rivisto ancora una volta i sequin dress realizzati con dischi in rhodoid come quelli ideati da Paco Rabanne 50 anni fa, riproposti negli anni a seguire da tanti altri geni della moda (tra cui Fiorucci e Coveri)

Fiorucci 1980 ca

Abiti in stile Rabanne reinterpretati da Elio Fiorucci – 1979 ca

Enrico Coveri ss 1990

Enrico Coveri ss 1990

Disegni e cromie pop art prese da Warhol a Roy Lichtenstein (che grande novità), si alternano a cromie tipiche del periodo 1967-1969, rivisitate da Fiorucci anni dopo (con tanto di parrucca cotonata color platino)

fiorucci e le grandi parrucche platino

il Pop di Fiorucci e l’acconciatura cotonata

ade99040706f5d9230ef7fd5caa7563e

Contrasti Pop in questo abito A-Line anni ’60

3e93280641d78c42d724568da67f9853

Abito Optical anni ’60

Tommy Ton ss14

il Pop di Roy Lichtenstein abbinato a pois, siamo nel 2014 – Tommy Ton

shirt 1984

Stampe Pop Art, come in un fumetto. Camicia Vintage anni ’80

gianni versasce pop-pois

Stampe Pop e Pois per Gianni Versace, anni ’80

la Pop Art di Gianni Versace

la Pop Art di Gianni Versace

Lichtenstein pop art makeup and hair

Roy Lichtenstein

Non mancano i crop top corti abbinati a mini in tinta unita come quelli creati da Gianni Versace nel 1995, presa da lui anche l’ispirazione (a mio avviso) per gli abiti neri (1992) e le minigonne plissé con stampe colorate.

gianni versace skirts 1991

le mini di Gianni Versace – 1991

versace fw 1991

Stringato, ma anche con zip. Gianni Versace fw 1991

E poi Gigi Hadid indossa una terribile copia del top ideato da Jean Paul Gaultier sul finire degli anni ’80.

Madonna nel suo tour vestita da Jean paul Gaultier - 1990

Madonna nel suo tour vestita da Jean paul Gaultier – 1989/1990

Jean Paul Gaultier

Jean Paul Gaultier

Non manca qualcosa dall’archivio delle straordinarie Sorelle Fontana…guardate la lavorazione del tessuto, qui siamo nel 1968.

Sorelle Fontana 1968

Sorelle Fontana 1968

Le acconciature sono prese dagli anni ’60, e furono proposte identiche già nel 1992 quando vennero poi ridimensionate nei volumi per essere indossate da Cindy Crawford o Pamela Anderson.

Jean Shrimpton negli anni '60

Jean Shrimpton negli anni ’60

Cindy Crawford nel 1992

Cindy Crawford nel 1992

A voi alcune immagini e il link alla sfilata:Jeremy Scott ss 2016

_JER0735_20150915003116

Top come JPG, gonna come Versace

_JER0637_20150915003105

come Versace

_JER0755_20150915003300

come Rabanne

Jeremy_Scott_005_ss16-b427dee5962d185d1fa45525981fb327

stampe pop art e gonne in lurex come Versace

Jeremy-Scott-Ready-To-Wear-SS-2016-NYFW-1

Sorelle Fontana…OOooops Jeremy Scott

tumblr_nupq4qA19t1ub2gwco1_1280

abitino a trapezio con stampe pop