Back in fashion: 1916 and New Look

La moda, si sa, è fatta di eterni ritorni in fatto di stile, gusti, tendenze. E non è questo un fenomeno del tutto contemporaneo, anzi, affonda le proprie origini nella genesi della novità vestimentaria, che a dispetto del vocabolo, di nuovo spesso non ha nulla. Si confronti in proposito lo strano caso che riguarda la regina di Francia Maria Antonietta, discusso nel mio libro “Il Macabro e il Grottesco nella Moda e nel Costume“. Oggi vi presento la curiosa rielaborazione New Look di una tendenza apparsa nel 1916. Abiti più corti dei precedenti, dai volumi sorprendentemente innovativi, morbidi, con gonne ampie e arricciate sostenute da sottovesti a balze. Colori, fantasie, capricci neo barocchi si spostano così dal ’16 al ’47 per durare questa volta più a lungo. La mia selezione fotografica per voi.

Fashion, as we know, is made up of eternal returns in terms of style, tastes and trends. And this is not a completely contemporary phenomenon, indeed, it has its origins in the genesis of the modern dress, which despite the word, often has nothing of modern. Compare in this regard the strange case concerning the queen of France Marie Antoinette, discussed in my book “The Macabre and the Grotesque in Fashion and Costume“. Today I present to you all the curious New Look reworking of a trend that appeared in 1916. Shorter dresses than the previous ones, with surprisingly innovative volumes, soft, with wide and gathered skirts supported by flounced petticoats. Colors, fantasies, new-baroque trends move from ’16 to ’47 to last this time longer. My photo selection for you.

1916 evening gown
Model in a taffeta dress by Emilio Schuberth, Rome, 1955, photo by G.M. Fadigati
Gabrielle Chanel – Robes de Jersey,1916
Marcelle Dormoy, french couture fashion designer active from the 1910s to 1950, and a former model. 1948
Delineator fashion magazine, July 1916

1948, note the widths and lengths of the skirts, the patern, the necklines:

Jeanne Lanvin, 1916, and Marcel Dormoy 1948:

Fashion sketches fom 1916 and christian dior evening gown 1951.

same irregular cascades of pleated fabrics.

Jeanne Lanvin, 1916
Supermodel Barbara Mullen moeling Balenciaga Dress, 1947
Summer Afternoons dresses from April 1916
Christian Dior ball gown 1947
L’Art et la Mode, 1916
1957, Creators Studios New York
Robes et Chapeaux de Printemps – Le Style Parisien 1916
Cristobal Balenciaga 1948 Pleats, Photo Arik Népo
House of Lanvin 1916
Tailleur bar, House of Dior, 1947
Harvey Nichols day dress, 1916 From the Helen Larson Historic Fashion Collection at the FIDM Museum
“Ciao Bella” Jacques Fath stripes striped 1952

© COPYRIGHT: Luciano Lapadula

Divieto di copia e riproduzione.

Contattare l’autore per info e disponibilità

Do Not Copy. Contact the writer for info

Discover more from my Blog:

http://www.lucianolapadula.wordpress.com

Follow Me on Instagram:

https://www.instagram.com/iamlucianolapadula/

Follow Me on Facebook:

https://www.facebook.com/lucianolapadulaofficial/

Follow Me on Youtube:

https://www.youtube.com/channel/UCXPI69uNrqeejgYR1fH9ASw

Acquista il mio libro. Clicca sull’immagine per info.

Shop my Book “The Macabre and the Grotesque in Fashion and Costume”. Click on the pic for info.


Annunci

STYLES – GENRES – DISGUISES: Bari International Gender film festival

Il prossimo 25 settembre alle ore 15.00 prende il via la conferenza dedicata al tema Gender in occasione del Bari International Film Festival,rassegna che esamina, ricerca, studia,capolavori della storia del cinema in rapporto a genere, identità e orientamento sessuale. Location di questo evento lo storico Palazzo delle Poste di Bari in Piazza Cesare Battisti, 1. Il palazzo è sede dell’Università degli Studi ed è un meraviglioso esempio dell’architettura razionalista fascista, Luciano Lapadula – storico della moda e scrittore – analizzerà il tema “Stili – Generi – Travestimenti“. Lo studio dei segni legati alla moda, al trucco, alle acconciature che a partire dal 1968 hanno diviso e mescolato generi e simbologia sessuale, da Twiggy a Bowie, da Coccinelle ad Amanda Lear. L’intervento di Luciano Lapadula è tratto dal suo libro “Il Macabro e il Grottesco nella Moda e nel Costume“, acquistabile al link: https://www.progedit.com/libro-589.html

 

Salone centrale centro studenti_1palazzo poste luciano lapadula storia moda bari

Ex Palazzo delle Poste di bari – veduta interna

On September 25th at 3.00 pm, the Gender conference will start afor Bari International Film Festival, a review that examines, researches, studies, masterpieces of the history of cinema in relation to gender, identity and sexual orientation. Inside the historic Palazzo delle Poste in Bari (Cesare Battisti Sq, 1), a marvelous example of the fascist rationalist art, Luciano Lapadula – fashion historian and writer – will analyze the theme “Styles – Genres – Disguises”. The study of signs related to fashion, makeup, hairstyles that since 1968 has divided and mixed genres and sexual symbology, from Twiggy to Bowie, from Coccinelle to Amanda Lear. Luciano Lapadula’s speech is based on his book “The Macabre and the Grotesque in Fashion and Costume“, available at the following link: https://www.progedit.com/libro-589.html

luciano lapadula big festival bari conferenza storia moda gay

william dafoe

Willem Dafoe all’inaugurazione del Festival

Follow Me on Instagram:
https://www.instagram.com/iamlucianolapadula/

Follow Me on Facebook:
https://www.facebook.com/lucianolapadulaofficial/

Follow Me on Youtube:
https://www.youtube.com/channel/UCXPI69uNrqeejgYR1fH9ASw

 

Acquista il mio libro. Clicca sull’immagine per info.
Shop my Book “The Macabre and the Grotesque in Fashion and Costume“.

Click on the pic for info.

Shop my Book “The Macabre and the Grotesque in Fashion and Costume”
https://www.progedit.com/libro-589.html

Festival del Cinema di Spello: ho premiato i costumi di “La Pazza Gioia” – Me at Spello Film Festival

Si è appena conclusa la sesta edizione del Festival del Cinema della Città di Spello e dei Borghi Umbri, unica rassegna attraverso la quale vengono premiate le “professioni del cinema”, ossia il lavoro svolto con fatica da quanti operino dietro la cinepresa.

Nei giorni precedenti la serata conclusiva ho avuto il piacere di tenere dei seminari riguardanti il cinema e la moda presso il Palazzo del Comune di San Gemini, l’Accademia di Belle Arti di Perugia e l’Istituto di Moda Cavour di Perugia.

Il Festival ha la direzione artistica del regista Fabrizio Cattani, presidente è Donatella Cocchini. Quest’anno la serata conclusiva è stata presentata dal giornalista Vittorio Introcaso affiancato da Simona Fiordi, che per l’occasione ha indossato un abito firmato Pierre Balmain proveniente dal mio archivio.

Tanti gli ospiti illustri presenti al Teatro Subasio la sera di sabato 4 marzo, tra loro il regista Pupi Avati che ha ricevuto il “Premo all’Eccellenza“.

Ho avuto il piacere e l’onore di conferire il premio alla costumista Katia Dottori per il film “La Pazza Gioia” di Paolo Virzì. L’appuntamento è per l’edizione del 2018, ma prima ci saranno grandi novità per questo Festival e per tutti voi.

The sixth edition of the Film Festival of the City of Spello and the Borghi Umbri has just ended. It is the only exhibition through which the “cinema professions” are rewarded, ie the work done with difficulty by those who work behind the camera.

In the days preceding the final evening I had the pleasure of holding seminars on cinema and fashion at the Palazzo del Comune of San Gemini, the Academy of Fine Arts in Perugia and the Istituto di Moda Cavour of Perugia.

The Festival has the artistic direction of the director Fabrizio Cattani, president is Donatella Cocchini. This year the final evening was presented by the journalist Vittorio Introcaso flanked by Simona Fiordi, who for the occasion wore a Pierre Balmain dress from my archive.

Many illustrious guests present at the Teatro Subasio on the evening of Saturday, March 4, among them the director Pupi Avati who received the “Premo all’Eccellenza”.

I had the pleasure and the honor of awarding the award to costume designer Katia Dottori for the film “La Pazza Gioia” by Paolo Virzì. The appointment is for the 2018 edition, but first there will be big news for this Festival and for all of you.

luciano lapadula spello film festival 2018 2017

Durante la proclamazione con Vittorio Introcaso e Simona Fiordi

© COPYRIGHT: Do Not Copy. Contact the writer for info

Divieto di copia e riproduzione. Contattare l’autore per info e disponibilità

 

Follow Me on Instagram:

https://www.instagram.com/iamlucianolapadula/

 

Follow Me on Facebook:

https://www.facebook.com/lucianolapadulaofficial/

Some Posters from My Fashion Exhibitions

luciano lapadula accademia di belle arti di perugia rapsodia di una diva lyda borelli seminario moda fashion costume satanica festival del cinema di spello 2017

Accademia di Belle Arti Perugia 

 

“Due Gocce di Chanel nr 5” Abiti, profumi e prodotti di bellezza in oltre un secolo di Moda e Costume. Spello Film Festival. 27 feb – 6 mar 2016

 

 

locandina-siamo-donne-lerario-lapadula-lerariolapadula-spello-mostra-moda

“Siamo Donne” Gli abiti dei Grandi Stilisti raccontano le donne del Cinema. 28 Feb – 8 Mar 2015 Festival del Cinema di Spello 2015 Palazzo del Cinema, Spello (PG) “Siamo Donne” (We are women) The clothes of the Great Fashion Designers tell the women of Cinema. 28 Feb – 8 Mar 2015 Spello Film Festival 2015 Palazzo del Cinema, Spello (PG)

 

locandina-piu-reale-della-realta-fake-fashion-exhibition-lerariolapadula-mostra-fashion-curator-abiti-moda

“…Più reale della realtà ”- L immaginario e il Fake
Istallazione sui fake nella Moda.
20 – 21 Mag 2014
Università degli Studi di Bari
Salone degli Affreschi, Palazzo Ateneo (BA)

“…Più reale della realtà ” (…More real than reality)
Fake fashion installation.
20 – 21 May 2014
Università degli Studi di Bari
Salone degli Affreschi, Palazzo Ateneo (BA)

 

locandina-lerariolapadula-visioni-d-oriente-mostra-fai-selva-di-fasano-minareto-villa-damaso-bianchi-fashion-exhibition-2013

“Visioni D’Oriente”
L’influenza orientale nella Moda anni ‘10 e ‘20 del Novecento.
12 Ago 2013
FAI – Associazione Pro-Selva
Villa Damaso Bianchi, Selva di Fasano (BR)

“Visioni D’Oriente” (Oriental visions)
The Oriental influence in fashion history from ‘10s to ‘20s of the twentieth century.
12 Aug 2013
FAI – Associazione Pro-Selva
Villa Damaso Bianchi, Selva di Fasano (BR)

 

locandina-women-in-progress-la-stoffa-delle-donne-2012-fashion-show-period-dresses-abiti-d-epoca-1860

“Women in progress 1860 – 2012”
La stoffa delle Donne.
15 Dic 2012
Sfilata di abiti d’epoca dal 1860 al 2012 sul tema dell’emancipazione femminile attraverso la Moda.
Provincia di Bari
Via Argiro, Bari (BA)

“Women in progress 1860 – 2012”
La stoffa delle Donne.
15 Dec 2012
Period dresses Fashion Show from 1860 to 2012 with particular reference to the issue of women’s emancipation.
Provincia di Bari
Via Argiro, Bari (BA)

 

locandina-attraverso-il-nero-lerariolapadula-mostra-fashion-curator-abiti-d-epoca

“Attraverso il Nero”
I linguaggi del Nero attraverso una mostra di abiti e accessori femminili del 1800 e 1900.
2 – 13 Lug 2012
Università degli Studi di Bari
Salone degli Affreschi, Palazzo Ateneo (BA)

“Attraverso il Nero” (Through the Black)
Black colour in dresses and accessories from 1800 to 2000.
2 – 13 Jul 2012
Università degli Studi di Bari
Salone degli Affreschi, Palazzo Ateneo (BA)

 

locandina-donne-in-viaggio-lerariolapadula-mostra-fashion-curator-abiti-d-epoca-giovinazzo-moda-2012

“Donne in viaggio”
L’abito femminile in viaggio, dal ‘900 ai giorni nostri.
24 – 30 Apr 2012
Comune di Giovinazzo – MagentArt
Sala San Felice, Giovinazzo (BA)

 

locandina-150-anni-nei-panni-delle-donne-lerariolapadula-mostra-fashion-curator-abiti-d-epoca-moda

“150 anni nei panni delle donne”
Celebrazione dei 150 anni dell’Unità d’Italia attraverso abiti realizzati da donne italiane.
2 – 13 Lug 2011
Università degli Studi di Bari
Salone degli Affreschi, Palazzo Ateneo (BA)

“150 anni nei panni delle donne”(150 years through Women’s dresses)
United Italy 150 years Celebration through women tailors dresses.
2 – 13 Jul 2011
Università degli Studi di Bari
Salone degli Affreschi, Palazzo Ateneo (BA)

 

 

locandina-to-be-continued-mad-man-era-50s-60s-fashion-exhibition-lerariolapadula-mostra-fashion-curator-abiti-d-epoca-moda

“[To be continued]”
La Moda ai tempi del serial tv “Mad Man”.
20 – 21 Mag 2010
Università degli Studi di Bari
Auditorium, Palazzo Ateneo (BA)

“[To be continued]”
Fashion in “Mad MAn” serial tv era.
20 – 21 May 2010
Università degli Studi di Bari
Auditoium, Palazzo Ateneo (BA)

© COPYRIGHT: Do Not Copy. Contact the writer for info

Divieto di copia e riproduzione. Contattare l’autore per info e disponibilità

 

Follow Me on Instagram:

https://www.instagram.com/iamlucianolapadula/

 

Follow Me on Facebook:

https://www.facebook.com/lucianolapadulaofficial/

 

“The Macabre and Grotesque in Fashion and Costume History”

SHOP: “The Macabre and Grotesque in Fashion and Costume History”

Due Gocce di Chanel Nr 5

«Marilyn, cosa indossi per dormire?»
«Due gocce di Chanel n.5»

Questo fu quanto apparve sulla rivista Life il 7 agosto 1952. Il resto è leggenda. Divismo e bellezza sono da sempre le componenti di quella pozione magica in grado di generare mode, tendenze, manie. Attraverso la mostra “Due Gocce di Chanel nr 5” questi miti rivivono in un inedito percorso museale ideato e progettato dallo storico del costume Luciano Lapadula e dal suo collega e stilista Vito Antonio Lerario. In occasione dell’edizione 2016 del Festival del Cinema di Spello il suggestivo percorso mostra al pubblico i trucchi e i profumi, gli abiti e gli accessori che grazie alle dive cinematografiche più glamour, hanno segnato stili ed epoche storiche dalla nascita del cinema ad oggi.

Location della Mostra lo storico Palazzo del Cinema in Piazza della Repubblica a Spello.

Ingresso gratuito tutti i giorni al 27 febbraio al 6 marzo

Chiuso Lunedi e Martedi

*************************************************

“Marilyn, what do you wear to sleep?”

“Two drops of Chanel nr 5”

This was what appeared in Life Magazine on Aug. 7, 1952. The rest is legend. Stardom and beauty have always been members of that magic potion that can generate fads, trends, star system. Through the exhibition “Due Gocce di Chanel nr 5” these myths come to life in a brand new museum conceived and designed by costume historian Luciano Lapadula and his colleague and fashion designer Vito Antonio Lerario. On the occasion of the 2016 Spello International Film Festival the route shows the audience the tricks and perfumes, clothes and accessories that thanks to the most glamorous film stars, styles and historical periods marked by the birth of cinema to nowadays.

Free entry from 27 february to 6 march

Palazzo del Cinema – Piazza della Repubblica, Spello (Perugia)

DUE GOCCE DI CHANEL NUMERO 5 spello vito antonio lerario luciano lapadula 2016 2

Due Gocce di Chanel nr 5