Artestetica: workshop in beauty care and cosmetics

makeup corso estetica artestetica francesca dell'oro luciano lapadula trucco moda estesia bari storia fashion make up

E’ fissato per il prossimo 29 aprile l’incontro dell’anno con la bellezza, il make-up, l’estetica. Il nome, Artestetica, racconta del legame che da sempre unisce l’aspetto e la sua cura a una forma di arte. Così prende il via il mio corso di formazione sul mondo della cosmetologia e del beauty care. La creatrice olfattiva Francesca Dell’Oro illustrerà l’importanza e il ruolo del profumo nel make-up e nei prodotti per il corpo.

Si delineeranno le funzioni sinestetiche delle differenti fragranze, attività volte a fornire competenze circa l’utilizzo e l’applicazione dei prodotti cosmetologici.

La presenza delle rare essenze che annuseremo insieme ci guiderà in un percorso olfattivo che illustrerà tecnicamente le loro proprietà, per giungere alla dimostrazione pratica relativa alla creazione di oli per la cura del sé.

Affianca Francesca Dell’Oro lo storico del costume Luciano Lapadula, che descriverà cinque casi di aziende che operano con successo nel settore cosmetologico, fornendo ai corsisti le competenze circa la presentazione vincente della propria identità commerciale sul mercato.

Il corso si svolgerà il giorno 29 aprile 2018 dalle ore 10 alle ore 18, il numero dei corsisti è chiuso e saranno accettate adesioni sino a esaurimento posti. E’ prevista una quota di partecipazione e il rilascio di un attestato di frequentazione.

Location dell’evento l’avanguardistico e prestigioso salone di bellezza “Estesia” a Bari, in viale Della Repubblica 113 – 177, luogo che si presenta in maniera esemplare al tema oggetto del corso.

Break offerto ai corsisti ore 13 – 13.30.

 

The meeting of the year with beauty, make-up and aesthetics is scheduled for April 29th. The name, Artestetica, tells of the bond that has always united the appearance and its care to a form of art. This is how my training course on the world of cosmetology and beauty care begins. Francesca Dell’Oro‘s olfactory creator will illustrate the importance and role of perfume in make-up and body products. The synaesthetic functions of the different fragrances will be outlined, activities aimed at providing expertise on the use and application of cosmetic products. The presence of the rare essences that we will sniff together will guide us in an olfactory path that will technically illustrate their properties, to arrive at the practical demonstration related to the creation of oils for the care of the self. Alongside Francesca Dell’Oro is the costume historian Luciano Lapadula, who will describe five cases of companies that operate successfully in the cosmetology sector, providing trainees with the skills for the successful presentation of their commercial identity on the market. The course will take place on April 29th, 2018 from 10 am to 6 pm, the number of students is closed and accessions will be accepted until places are sold out. A participation fee is required and a certificate of attendance is issued. Location of the event the avant-garde and prestigious beauty salon “Estesia” in Bari, viale Della Repubblica 113 – 177, place that is presented in an exemplary way to the subject of the course.Breack offered to the students at 13 – 13.30.

www.facebook.com/francescadelloroparfum
www.facebook.com/estesia.bari
www.facebook.com/lucianolapadulaofficial

 

29103348_1796483007320314_7630783030873993810_n

Me together with Francesca Dell’Oro

makeup corso estetica artestetica francesca dell'oro luciano lapadula trucco moda estesia bari storia fashion make up

Annunci

Il Macabro e il Grottesco nella Moda e nel Costume – il libro di Luciano Lapadula

E’ stato pubblicato il libro da me scritto: “Il Macabro e il Grottesco nella Moda e nel Costume“, edito da Progedit. Nel lavoro svolto ho cercato di dar luce ad aspetti inediti che riguardano la moda e i comportamenti sociali, dal 1700 ai giorni nostri, attraverso lo studio di abiti e abitudini estreme, folli, lugubri, erotiche, sconvolgenti.  Il lavoro, lungo, mi ha impegnato come ricercatore: inediti e straordinari racconti provengono da antichi libri, riviste impolverate, fotografie singolari raccolte in giro per il mondo, interviste, abiti e accessori rimasti in soffitta per oltre un secolo.

 

This is my last book:“The Macabre and Grotesque in Fashion and Costume History” published by Progedit. In my work I tried to give light to new aspects concerning fashion and social behaviors, from 1700 to the present day, through the study of extreme, crazy, gloomy, erotic and disruptive clothes and habits. The work, long, has engaged me as a researcher: unpublished and extraordinary stories come from ancient books, dusty magazines, singular photographs collected around the world, interviews, clothes and accessories left in the attic for over a century.

Acquistalo al link qui sotto

SHOP: “The Macabre and Grotesque in Fashion and Costume History”

Il Macabro e il Grottesco nella Moda e nel Costume Luciano Lapadula

Il volume è stato scelto dal Festival “Il Libro Possibile” ed è stato presentato la sera del 6 luglio a Polignano a Mare (Ba), sulla evocativa balconata Santa Candida. Ha presentato l’incontro l’editore Gino Dato, a moderare la ricercatrice olfattiva Francesca Dell’Oro, elegante e raffinata, emozionante durante il suo reading sulla nascita del profumo Chanel nr 5.

il libro possibile successo il macabro e il grottesco

Un gran numero di persone ha affollato la balconata per assistere all’evento, sul palco erano esposti due rari abiti d’epoca provenienti dal mio archivio. Uno datato 1890, l’altro 1990, erano lì per comunicare tra loro e con il pubblico.

luciano lapadula il libro possibile polignano a mare 2017 progedit franco altobelli il macabro

Un lungo applauso ha chiuso la presentazione e si è registrato un Sold Out delle copie del libro.

Il Macabro e il Grottesco nella Moda e nel Costume” è disponibile in libreria, online su Amazon e al link seguente, con spedizioni gratuite.

Shop: Il Macabro e il Grottesco nella Moda e nel Costume

 

© COPYRIGHT: Do Not Copy. Contact the writer for info

Divieto di copia e riproduzione. Contattare l’autore per info e disponibilità

 

Follow Me on Instagram:

https://www.instagram.com/iamlucianolapadula/

 

Follow Me on Facebook:

https://www.facebook.com/lucianolapadulaofficial/

“L’Interdit” by Givenchy & Audrey Hepburn

Spesso tra uno stilista e una diva del mondo del cinema nasce un sodalizio che lega entrambi in modo indissolubile, e questo tipo di rapporto alimenta vicendevolmente i due in fatto di marketing dell’immagine.

Nel lontano 1953 il giovane e straordinario creatore di moda Hubert de Givenchy attendeva con ansia la famosa star Katherine Hepburn all’interno del proprio atelier aperto solo due anni prima, ma si rese conto di aver frainteso quando al proprio cospetto si presentò la meno nota Audrey, dall’omonimo cognome.

with hubert de givenchy .. founder of the givenchy fashion house, this designer was well known for dressing audrey hepburn ...:

La magia tra i due tuttavia fu immediata, la bellissima diva l’anno seguente scelse i costumi creati dallo stilista per indossarli durante le riprese del film “Sabrina”, e nel 1957 Hubert creò il celebre profumo “L’Interdit” dedicandolo alla giovane belga, che scherzosamente gli rispose:  «mais, je vous l’interdis»!

L’attrice lavorò come testimonial per il profumo e “L’Interdit” divenne un successo in tutto il mondo.

Risultati immagini per audrey hepburn l'interdit ad

linterdit-audrey-hepburn-hubert-de-givenchy-luciano-lapadula-history-wordpress-blog

Inizialmente venduto nella sola Maison Givenchy il profumo divenne un successo e fu distribuito in tutto il mondo

La storica e vendutissima essenza appartiene al mondo dei grandi fioriti – aldeidati, e ben si sposa con il concetto di glamour e raffinatezza proprio della casa di moda Givenchy. Lo stilista a proposito del ruolo delle fragranze come accessorio per chi le indossa affermò: «Il profumo è il tocco finale dell’eleganza, la sua carta di identità».

E mi pare che questa riflessione sia stata convalidata dai costumi realizzati da Hubert per la grande diva nel corso degli anni a venire, i quali hanno contribuito a rendere Audrè – così come lui la chiamava –  un’icona nella storia del cinema e della moda.

Luciano Lapadula

Audrey Hepburn publicity still for 'Sabrina', 1954.  Decked out in her favorite designer Hubert de Givenchy. One of her unforgettable looks. So classic:

Sabrina, 1954. Edith Head – Hubert de Givenchy

Audrey Hepburn as Holly Golightly in Breakfast at Tiffany’s (1961), costume by Hubert De Givenchy:

Iconic Black Dress: Breakfast at Tiffany’s – 1961

Hubert de Givenchy and Audrey Hepburn, 1960:

Audrety Hepburn and Hubert de Givenchy walking in front of the Eiffel Tower.:

The French fashion designer Hubert de Givenchy photographed with his muse Audrey Hepburn by Joe Gaffney at the Maison Givenchy, on Avenue George V, in Paris (France), specially for a catalog celebrating the 30 years of Maison Givenchy, in February 1983.:

 

***************************

Often between a stylist and a movie star borns a partnership that binds them both so indissoluble, and this kind of relationship helps each other in terms of image marketing. In 1953 the young and extraordinary fashion designer Hubert de Givenchy was waiting anxiously for the famous Katherine Hepburn star in its own atelier opened just two years before, but he realized that he had misunderstood when arrives the least known Audrey, with the homonymous name.

The magic of that meeting however was immediate, the beautiful diva the following year chose the costumes created by the fashion designer to wear them during the filming of the movie “Sabrina”, and in 1957 Hubert created the famous perfume “L’Interdit” dedicating it to the young Belgian who jokingly replied, “oh…je vous the Interdis’!

The actress worked as a testimonial for the perfume and “L’Interdit” became a hit all over the world.

The historic and best-selling essence belongs to the world of the great flowering – aldehyde, and goes well with the concept of glamour and sophistication own fashion house Givenchy. The designer, about the role of fragrance as an accessory to the wearer said, “The smell is the final touch of elegance, his identity card.”

It seems to me that this reflection has been validated by the costumes created by Hubert for the great diva over the years to come, which helped make Audrè – as he called her – an icon in the history of movies and fashion.

Luciano Lapadula

© COPYRIGHT: Do Not Copy. Contact the writer for info

Divieto di copia e riproduzione. Contattare l’autore per info e disponibilità

 

Follow Me on Instagram:

https://www.instagram.com/iamlucianolapadula/

 

Follow Me on Facebook:

https://www.facebook.com/lucianolapadulaofficial/

 

“The Macabre and Grotesque in Fashion and Costume History”

SHOP: “The Macabre and Grotesque in Fashion and Costume History”